Alcune regole d’oro per effettuare investimenti finanziari

Negli ultimi anni dinamicità e velocità  hanno contraddistinto i mercati finanziari, aumentando il rischio e la complessità di investire. A mio parere in finanza (ma in linea generale le stesse regole potrebbero valere in molti altri business) bisognerebbe attenersi ad alcune semplici regole:

  • Investire in ciò si conosce o si è in grado di capire: esistono strumenti finanziari per tutte le taglie , dai trader professionisti alle persone “normali” .Il primo passo è leggere molto bene e più volte  la documentazione che accompagna lo strumento finanziario, prendendosi tutto il tempo necessario per approfondire prima di firmare: se quello che ci è scritto , in autonomia , non ci appare chiaro, forse è il caso di non  investire.  In questi momenti fate  propria la celebre frase del filosofo Socrate “Io so di non sapere” e,  senza vergognarvi, ripiegate  su investimenti più semplici, alla propria portata. Oppure fate propria la seguente massima del leggendario investitore Warren Buffett “L’investimento deve essere razionale. Se non lo capite, non lo fate.”(per gli appassionati al seguente link altre sue frasi celebri).
  •  Documentarsi in modo continuo e da più fonti: anche nel contesto finanziario l’informazione è potere. In primo luogo cercare più fonti e ad aggiornarsi in modo continuo , perché the money never sleeps. Alcune siti web degni di nota sono segnalati in questo post.
  • Impatto fiscale: negli ultimi anni si hanno avute diverse novità sulla tassazione delle rendite  che sulla tassazione dei depositi. Sono sicuramente variabili molto importanti che entrano in gioco nel calcolo del rendimento netto,in questo post  le ultime novità.
  • Quanto mi costa l’investimento: sembra un paradosso ma in molti investimenti occorre prima conoscere i costi rispetto al rendimento obiettivo. Costi di investimento di  entrata, periodici e d’uscita sono alcune delle  voci di costo di cui bisogna conoscere l’esatto impatto.  In questo modo si può stimare  qual è l’obiettivo minimo di rendimento, tenendo conto di queste componenti
  • Quanto mi rende: per gli investimenti finanziari a tasso fisso, il rendimento si può calcolare preventivamente in modo certo.  Vedi ad esempio i titoli di stato, dove sono numerosi i siti che quotidianamente calcolano il loro rendimento netto, vedi il seguente post. Per gli investimenti non a tasso fisso, è molto  importante calcolarne il rendimento effettivo  a consuntivo e verificare quanto si discosta da quello atteso. In questo caso excel ci può dare una mano, vedi il seguente modello. All’interno dell’excel , tali informazioni sono popolate  con dati esemplificativi. Da tali esempi può essere evidente come il diverso trattamento fiscale, commissioni di investimento e il prezzo lordo di acquisto possano incidere profondamente sul rendimento di un investimento.

Per scaricare gratuitamente il file di esempio con dei dati di simulazione cliccare qui:

Confronta Titoli 2014.1

Il seguente calcolatore excel è un’utilità gratuita e completamente editabile. Chi lo scarica solleva da ogni responsabilità, implicita ed esplicita, derivante dal suo utilizzo.

Per chi  vuole seguirci e darci la sua testimonianza  vi segnaliamo il gruppo  “Risparmio  & Investimenti”

Risparmio & Investimenti

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...